L' EX ALLIEVO
ANNO 47° - CREMONA - 07 NOVEMBRE 2010 - NUMERO UNICO

Associazione "LAZZARO CHIAPPARI" - Ex Allievi Orfanotrofio e Manini - 1924 -ONLUS

CHIAREZZA OCCORRENTE

Pare più che doveroso accennare quale è stato il comportamento dell'Associazione nell'ambito della questione che ha portato all'azzeramento del Consiglio della Fondazione Città di Cremona, e quindi alle dimissioni del suo Presidente Umberto Lonardi, compreso quelle del delegato della nostra Associazione, Ernesto Maggi. L'intera vicenda dell'acquisto di palazzo Fodri da parte di Fondazione è ben nota, dopo l'ampia eco cittadina iniziata ai primi di agosto, ora terminata con l'acquisizione dell'immobile. Tanto è stato detto senza sosta da ogni parte, a proposito ed a sproposito, in un assieme che ha finito per depositare dubbi anche sulla liceità dell'agire dell'Ente, con riflessi conseguenti su competenza e correttezza del suo operare istituzionale. A nostra volta, ma limitatamente ad un episodio di precisazione, si è intervenuti sulla stampa a difesa dell'attività di beneficenza a sua volta finita nel dubbio di possibile attuazione, erogata invece senza interruzione o diminuzione di sorta, e destinata al bisogno che l'Ente sostiene in modo diretto, a beneficio di progetti di volontariato, necessità di persone, ecc., assolti con vaglio delle situazioni da proporre al Consiglio, cui era incaricato fra l'altro il nostro delegato. Attività questa, collaterale a quella di maggior impegno nelle competenze della Fondazione, dedita alla gestione patrimoniale dei beni ricevuti nei secoli dalle donazioni, tra cui quelli degli ex Orfanotrofi, e dai quali ricavare reddito. Beneficienza comunque che integra quanto in primis è attuato da Comune e Azienda Cremona Solidale, i cui servizi si occupano di geriatria, minori e sicurezza alla persona. La vicenda ha però prodotto nel suo svolgersi un contraccolpo nel rapporto istituzionale tra Sindaco e Presidente Lonardi, innescando conseguenze assunte a pertinenza politica e di partito, dove l'Associazione si è trovata nel travaglio di una scelta che da un lato doveva salvare la regolarità dell'azione condotta dall'Ente nel caso Fodri e non solo, e dall'altro non essere ago della bilancia di un allineamento che il sodalizio non ha mai accettato e pensato di assumere nel pro o contro il Sindaco, proprio perché condizione divenuta non più e solo di correttezza istituzionale, ma confronto anche di stampo politico. Per questo, e prima ancora delle dimissioni di tre dei sette consiglieri, l'Associazione aveva scelto la posizione del rimanere fin dove possibile 'non allineata', nel senso di lasciare in carica il proprio delegato, che in accordo unanime con la rimanente parte del Consiglio non dimessasi, rimettesse poi di comune accordo il mandato, come è avvenuto, sotto condizione del riconoscimento della corretta ed appropriata conduzione delle scelte operative di Fondazione. Di ciò si è data per tempo informazione al Sindaco, spiegando che l'Associazione, partecipe dal 1970 nell'Ente, non poteva, anche per sua precisa norma statutaria - che obbliga il sodalizio all'assoluta apoliticità - , e nel più fermo rispetto verso ogni appartenenza, assumere ruolo di possibile arbitro in materia istituzionale, in deroga al fermo comportamento sin qui da essa tenuto, dopo quarant'anni di presenza nelle istituzioni. Un profilo basso, ma coerente e rispettoso di ogni tendenza e maggioranza politica, a cui la Lazzaro Chiappari porta con equità di parte e di rapporto, il dovuto rispetto.
Nella foto Maggi a Vercelli

RINNOVATA LA CONVENZIONE CON SOLIDALE

E' stata rinnovata nel giungo scorso la sottoscrizione da parte dell'Associazione della convenzione che regola il rapporto con l'Azienda Speciale Cremona Solidale a cui è affidata la gestione delle Comunità per Minori (ex Orfanotrofio). Alla cerimonia del rinnovo erano presenti il Sindaco Perri con l'Assessore di riferimento delle competenze sociali, Luigi Amore, e quindi il Presidente di Solidale, Fabrizio Ruggeri, con il Direttore dell'Azienda Angelo Gipponi e altri consiglieri e funzionari dell'Azienda, tra cui Roberta Barilli, e tutte le rappresentanze delle associazioni di volontariato che operano preso l'ex Soldi. E' stata rinnovata nel giungo scorso la sottoscrizione da parte dell'Associazione della convenzione che regola il rapporto con l'Azienda Speciale Cremona Solidale a cui è affidata la gestione delle Comunità per Minori (ex Orfanotrofio). Alla cerimonia del rinnovo erano presenti il Sindaco Perri con l'Assessore di riferimento delle competenze sociali, Luigi Amore , e quindi il Presidente di Solidale, Fabrizio Ruggeri, con il Direttore dell'Azienda Angelo Gipponi e altri consiglieri e funzionari dell'Azienda, tra cui Roberta Barilli, e tutte le rappresentanze delle associazioni di volontariato che operano preso l'ex Soldi.