L' EX ALLIEVO
ANNO 41° - CREMONA - 14 NOVEMBRE 2004 - NUMERO UNICO

Associazione "LAZZARO CHIAPPARI" - Ex Allievi Orfanotrofio e Manini - 1924 -ONLUS

Ottant'anni, com'è andata

Credo naturale, giunti al compleanno di una nobile età, soffermarsi a considerare come sono andate le cose. E il filmato che si snoda a ritroso del come e del quanto l'Associazione ha svolto nei suoi ottant'anni, scorre nella mente, nelle immagini, negli scritti e diventa memoria dei suoi protagonisti, cui pare sia ieri appena che le cose sono state fatte. Ma intanto sono trascorse otto decine d'anni nel realizzo di un'azione svolta con genuino intento di buona convivenza tra simili, in cui ha trovato posto l'aiuto reciproco e l'amicizia. Un atto di reciprocità umana cui è dovuta una riflessione in merito alla sua ininterrotta traduzione concreta, perché condizione non così scontata tra gli uomini, che, quando presente, è fuor di dubbio patrimonio inestimabile, come nel caso degli ex allievi degli Istituti Educativi e dei loro intenti associativi cui hanno dato corpo. Presupposti perseguiti senza deflettere e in costanza d'azione d'insieme o anche individuale, rimasti inalterati nel loro contenuto perché sempre attuali, pur nell'evoluzione di costume e di vita della società, com'è stato negli ottant'anni trascorsi, ricchi di avvenimenti e mutamenti epocali. Allorché nel 1924 ci si è dati un'organizzazione associativa per meglio incanalare gli spontanei intenti di solidarietà, nessuno e men che meno i tempi, suggerivano progetti di attività mirata da fissare come oggi è d'uso e certamente efficace per le odierne necessità. Al tempo, era l'istinto, come s'è detto, e la spontaneità del sostegno all'amico o al giovane appena dimesso, la spinta per agire in loro aiuto. E così ha continuato ad essere sin qui. E' stato dunque abbastanza naturale provvedere ad ogni incombenza associativa da se medesimi. Il ricorso odierno ad istituzioni, forme pubbliche o quant'altro per il sostegno dei "progetti", la scontata disponibilità delle strutture occorrenti, e quindi la funzionalità burocratica spianata per accedere ad agevolazioni di materia e sorte varia, erano sogni, per noi rimasti quasi tali. La buona intenzione ha supplito a tutto, quand'anche non perfetta e perfettibile sul piano della conformità dell'azione sociale, oggi perseguita giustamente da una psicologia e pedagogie appropriate. Da noi, l'aiuto da dare, si è alimentato dal sentimento. Quello appunto di una ragionevole convivenza. Quanto volontariato e "volontari" ha visto nascere e spegnersi la nostra Associazione!. Essa non ha mai "pensato" e manco sollecitato l'aiuto al suo sostentamento dall'apparato pubblico, oggi preteso. Questo perché l'apparato pubblico s'è reso conto che senza questa forza non si va molto lontano sulla strada della socialità. Ma è del comportamento di donne e uomini del nostro gruppo che stiamo parlando, e di un loro agire in cui s'è fatto posto a disponibilità e a qualche dose di personale altruismo. La riflessione sul nostro compleanno ottuagenario chiude il suo giro d'orizzonti su un benefico giudizio che formuliamo per noi stessi, consapevoli di un atto di vera tolleranza umana compiuto sin qui dagli ex allievi degli antichi Istituti Educativi, già Orfanotrofi di Cremona.
Detto con una vena di presunzione forse, ma tanto, io credo, giustificato orgoglio. Arnaldo Scazzoli

L'Adesione di Milano e Vercelli all'ottantesimo di fondazione

Dagli ex Martinitt: "Amici ex allievi dell'Orfanotrofio di Cremona, ricordo che il Vostro indimenticabile presidente Martino Bassi soleva spiegare un concetto ricorrente nei suoi discorsi, cioè che le nostre associazioni hanno in comune il dovere di trasmettere in tutte le direzioni un messaggio d'amore, di fratellanza, di solidarietà. Quando si portava il ragionamento sugli istituti da cui proveniamo, e non ci si trovava d'accordo su alcune loro trasformazioni, l'attuale Presidente Arnaldo Scazzoli ci faceva sempre osservare (a ragione) che molto dipende dalla evoluzione del tempo e non dal capriccio degli uomini, se si considera come dato di fatto che la società ha subito un cambiamento nell'etica, nelle forme e nei contenuti del rapporto umano, perfino nei diritti e nei doveri. Per noi ex Martinitt, rimane basilare il compito di diffondere quel messaggio che voi state interpretando in modo eccellente. Sul Vostro vessillo è riportato il motto associativo: "Per Dolorem ad Amorem", simbolo del Vostro programma di carità umana che eleva e nobilita ogni intenzione ed ogni attività. Siamo testimoni che in tutti questi anni, pur cambiando gli uomini nelle cariche direttive, il principio statutario sugli scopi da perseguire sia rimasto inalterato. Anzi, dobbiamo riconoscere che molta strada è stata percorsa nonostante numerose difficoltà d'ordine non solo pratico. In occasione della ricorrenza del Vostro cinquantesimo anniversario, collaborando con l'allora ECA, con orgoglio, avete inaugurato il nuovo Centro Sociale "Attilio Barbieri" in via XI febbraio, nuova sede degli ospiti dell'antico e glorioso Orfanotrofio. Avete seguito l'evoluzione dei tempi e quindi dell'istituto, assecondando con amore, fratellanza e solidarietà le Comunità Alloggio, oggi riunite sotto l'ègida del Comune. La Vostra Associazione oggi può fregiarsi dell'appellativo ONLUS. C'è nella "Lazzaro Chiappari" una tenace fede nell'operare, che costituisce garanzia e sicurezza per una proiezione prospera e duratura. Nella ricorrenza del Vostro 80.mo anniversario gli ex Martinitt sono fieri di sentirsi legati a Voi da un vincolo di sincera amicizia e di comuni intenti. Auguriamo che la Vostra missione sia sempre coronata da successi.
Associazione ex Martini il Presidente Alessandro Bacciocchi

Dalle Ex Stelline: "Carissimi, in occasione dell'80.mo anniversario di fondazione della Vostra Associazione vogliamo esprimere i più sentiti auguri per … la bella età raggiunta e complimentarci per l'attività svolta in questo contesto di tempo. Il valido impegno che ha sempre accompagnato ogni Vostra iniziativa, i contenuti umani espressi nell'arco di tanti anni dal Vostro glorioso Sodalizio, resteranno nella memoria di avere ricevuto e umanamente operato. Noi Vi auguriamo una continuità sempre maggiore per la Vostra opera, perché siano raggiunti i Vostri traguardi.
Con stima e tanta amicizia Irene Luè per le ex Stelline

Dagli Ex Ciudin Carissimo Arnaldo, a nome del Consiglio Direttivo dell'Associazione ex Ciudin, dei suoi soci e mio personale, ti invio tanti tanti auguri per l'80.mo compleanno della prestigiosa Associazione da te rappresentata. La Vostra Associazione fin dalla fondazione ha dato voce e forza ai più deboli e meno fortunati, e giustamente Cremona è riconoscente alla nobile Associazione che fa onore alla città. Caro Arnaldo, la tua guida nella Associazione non è solo apprezzata dai Soci, dai tuoi collaboratori, ma è la città di Cremona che stima e te e i tuoi amici ex allievi e Vi vuole bene. Coraggio Arnaldo, continuate.
Con un grande abbraccio Il Presidente Luigi Casalino